lunedì, maggio 15

Nettare degli Dei

Pensavo di essere astemia, ma recentemente ho scoperto di apprezzare solamente vini di un certo tipo. La mia passione smodata per i formaggi è letteralmente esplosa grazie al "patron" della Vineria del Vasaio in quel di Città di Castello.
Con la migliore selezione di formaggi e confetture che io abbia mai assaggiato (tra
cui un doppio muffato della Val Pusteria) mi è stato servito un vino paradisiaco, il "Muffato della Sala" - Castello della Sala - Antinori.
E' stato amore al primo sorso e la bottiglia, di cui sono felice propritaria, è in attesa di essere stappata appena sarò in grado di mettere insieme i formaggi che la meritano.

Descrivere il vino per me è impossibile, non ho nessuna esperienza... ma proprio nessuna. L'unica cosa che posso trasmettere, è quel fantastico gusto di miele che avvolge il palato e che smorza leggermente l'amaro/piccante dei formaggi erborinati lasciando un sapore divino ( il titolo del post non è casuale).
Di tanto in tanto
, complici i fantastici cugini di Citerna che ci ospitano, ho il sommo privilegio di passare qualche vacanza in Umbria all'insegna di escursioni eno-gastronomiche dai risvolti goderecci, e la scoperta di questo vino è uno di questi.

8 commenti:

Gourmet ha detto...

Adoro il Muffato.. come adoro il Sautern!!
:-)
Che meraviglia... Brava Glo!

Francesca ha detto...

io che ho casa in umbria non conosco questa Vineria del vasaio! Me la segno subito!!

Gloricetta ha detto...

@gourmet - Sempre alla Vineria del Vasaio, ho potuto comparare, sempre con lo stesso piatto di formaggi, sia il Muffato che il Sautern... e io voto per il Muffato!!!

@francesca - E' un vero peccato devi assolutamente colmare questa lacuna gusto/olfattiva.
Il "patron" prepara anche una fantastica carbonara spadellandola vicino al tavolo. Sempre a Città di Castello, una risto/enoteca di vero pregio merita un post in esclusiva. Si tratta del "Il Feudo", un mio commento al post di "Cavoletto" del 28 marzo accenna a quello che, secondo il mio modesto parere, è l'apoteosi del gusto. Aprofitta appena sei in Umbria. Glò

rosso fragola ha detto...

il Muffato della Sala Antinori è un vino che adoro, capisco bene il tuo entusiasmo, hai veramente tutte le ragioni. Come te non ho alcuna esperienza in materia per poter descrivere un vino, ma posso sempre dire che lo trovo speciale!

Gloria ha detto...

Heilà grazie di avermi linkata ho visto ora...dev'essere buono sto vino!
Io per contro ho scoperto di adorare certi tipi di formaggi...quelli spagnoli manchego, tetilla e torta de queso li adoro da cucinare ma anche da spiluccare cosa mai successa. Con gli abbinamenti poi mi diverto un sacco. Tu no? Un italiano che mi fa impazzire è il castelmagno nel risotto poi...mai provato risotto castelmagno, pere e pistacchi freschi?Spolveratina di prezzemolo e via

Lucia ha detto...

IO che sono invece una Sbevazzona trovo che la casa Antinori sia veramente valida!!

Gloricetta ha detto...

@rosso fragola - tu che sei toscana, dovresti proprio spingerti fino a Città di Castello.

@gloria - Dopo vari tentativi sono riuscita a mettere finalmente i link. Per quanto riguarda i formaggi,non conosco per niente quelli spagnoli, ma dubito che non mi piacciano.Li adoro tutti, anche i più insipidi. Il castelmagno è ottimo e proverò alla prima occasione il risotto che mi descrivi.

@lucia - Ciao Sbevazzona,ti farò conoscere i cugini di Citerna, sbevazzoni pure loro. Glò

Fabien ha detto...

Ho una vera e propria passione per il Muffato (così come mi piacciono il Passito, lo Zibibbo, il Vin Santo, ecc.) ed è verissimo che l'accostamento con i formaggi è ideale.
Quasi quasi vado a comprarmelo ora ora... mmmmm...