mercoledì, luglio 19

Cous Cous estivo

Una bella insalata di cous cous estiva per rendere allegro il pranzo di oggi. La velocissima esecuzione, fà si che io riesca a prepararlo mentre mi organizzo per andare al lavoro.

per 4 persone

  • cous cous precotto 350 g
  • stesso peso di acqua
  • zafferano stimmi o polvere un pizzico
  • sale
  • pomodori san marzano 3 rossi e belli polposi
  • cipolla rossa di Tropea 1/2
  • zucchine piccole 2
  • succo di 1 limone
  • peperoncino
  • olio evo a piacere
  • prezzemolo una bella manciata
Mettete in una bella ciotola la semola, fate scaldare l'acqua con un pizzico di sale grosso e lo zafferano. Appena bolle spegnete e versatela sulla semola, mescolate per far assorbire bene l'acqua e coprite. Tagliate a dadini i pomodori, la parte verde delle zucchine, la cipolla e mettete il tutto in una scodella. Unite il prezzemolo tritato, il peperoncino, un pizzico di sale, il succo del limone e l'olio. Nel frattempo la semola si sarà gonfiata, quindi sgranate bene con la forchetta e unitevi le verdure condite, mescolate, regolate di sale e mettete in frigo fino al momento di servire. Se occorre aggiungete un poco di olio.

7 commenti:

cannella ha detto...

Anch'iooooo!E' quanto di meglio c'è in estate, vero!?Soprattutto per la velocità!

LaCuocaRossa ha detto...

anche io sono d'accordoc he d'estate il cous cous è il massimo!!!

Gloricetta ha detto...

Ciao Canny, a te però il caldo non spaventa per niente...continui a cucinare senza sosta,bravissssssima.

Ciao Cuocarosa, be... forse forse non è proprio un piatto da gran gourmet ma in questi giorni di caldo "torrenziale" (parafrasando Gino e Michele) non resisto granchè davanti ai fornelli. Glò

Graziella ha detto...

Devo provare! Il primo approccio con il cous-cous non è stato un granchè, ma il tuo mi sembra golosissimo!

Orchidea ha detto...

BUONOOOOOOOO... con lo zafferano non l'ho mai provato!
Ciao.

Juliette Godart ha detto...

Ha un aspetto davvero invitante in versione giallo-zafferano!

Gloricetta ha detto...

Care Orchidea e Jiuliette, lo zafferano che ho ricevuto in dono dall'Egitto, mi ha ispirata...anzi sollecito nuovi suggerimenti per utilizzarlo al meglio. Glò