domenica, gennaio 21

Farfalle con filetti di triglia

Un piatto di pasta veloce per il pranzo di oggi. Le triglie sfilettate è meglio che ve le facciate preparare dal vostro pescivendolo ( a volte si trovano già pulite ) e accertatevi che non vi siano più quelle fastidiosissime piccole spine. Per eliminarle è molto utile una piccola pinzetta. E' ovvio che potete utilizzare altri filetti di pesce, ma la triglia è molto saporita e poi, nella pasta, ha una consistenza piacevole.

per 4 persone

  • 380 g di pasta formato farfalle
  • filetti di triglia 10
  • aglio 1 spicchio
  • poco vino bianco
  • peperoncino
  • olio evo
  • pomodorini 5/6
  • zucchina 1 piccola
  • prezzemolo tritato
  • sale

Mentre mettete a bollire l'acqua per la pasta, versate poco olio evo in un ampio tegame dove poi salterete le farfalle. Tuffatevi lo spicchio d'aglio, il peperoncino e una zucchina (solo la parte verde ) tagliata a brunuas. Lasciate dorare a fuoco vivo e
aggiungete i pomodorini (se piccoli potete lasciarli interi). Quando saranno appassiti leggermente, unite i filetti di triglia, salate e saltate brevemente, sfumate con il vino bianco. Alzate la fiamma perchè il sugo si restringa un pò. Togliete lo spicchio d'aglio.
Nel frattempo avrete fatto cuocere la pasta al dente, scolatela (mai troppo) e tuffatela nel tegame con il sugo. Muovete il tutto delicatamente per non spappolare le triglie. Spolverizzate con il prezzemolo tritato, e servite le vostre farfalle caldissime aggiungendo un filo di olio crudo.

8 commenti:

sandra ha detto...

Ehi Glò!"!! Non delurko... qui mangio con gli occhi!!! Che meraviglia.. :-D
p.s. mi sa che abbiamo parecchie cose in comune, io e te!
Buon lunedì
;-D

Kja ha detto...

Mai assaggiate le triglie nella pasta. Ma come si puo`? Devo rimediare e lo faro` con la tua ricetta.
Baci.

cannella ha detto...

Dico solo: che voglia!
E che ricordi toscani...
Baciotti!

Gloricetta ha detto...

Ciao Sandra,sei sempre solerte nei tuoi commenti. Buona settimana anche a te!

Ciao Kia, fammi sapere se ti è piaciuta. A me piace molto quel gusto un pò di crostaceo.

Ciao Canny, è un pò che non ti vedevo da queste parti. Ricordi toscani? Per via delle triglie alla livornese? ...mmm bone!!

Glò

LaCuocaRossa ha detto...

carina lk'idea che ho letto qui sotto di postare la ciofeca...se ti ricordi io postavo le cose skifide che uscivano dal mio forno fino a prima di seguire i consigli di cat!

max ha detto...

interessante come idea, adoro il gusto particolare e personale delle triglie, mi sa proprio che la provero' una delle prossime sere.

max

campo di fragole ha detto...

Gloricetta concordo con te la pasta con le trigliette e' proprio buona! I pescivendoli che ti tolgono le spine pero' sono in via d'estinzione,hi,hi,hi
Besos
Dany

Gloricetta ha detto...

Ciao cuoca rossa, è vero e ci vuole coraggio ad ammettere i propri errori in cucina.

Ciao Max, mi fai sapere se ti è piaciuta?

Ciao campo di fragole, bisogna proprio affidarsi ad un pescivendolo di fiducia...anche perchè da queste parti, dove il mare non è proprio a portata di mano, si rischia anche sulla freschezza del prodotto.

Glò