venerdì, gennaio 12

Polpettine di pollo al sesamo

Queste belle polpettine hanno un chè di esotico (presumo per la panatura al sesamo) ma sono davvero semplici e, con la cottura al forno che ho adottato, anche leggere.
Io ho usato del petto di pollo macinato, ma se preferite, si possono utilizzare altri tipi di carne o avanzi di lesso oppure arrosto.

  • petto di pollo 2
  • grana grattugiato 100 g
  • la mollica di 2 fette di pan carrè ammollata nel latte e sbriciolata
  • uova 3 intere
  • noce moscata
  • sale
  • olio evo
  • cipolla bianca 1 piccola
  • semi di sesamo

Dopo aver tritato la carne di pollo, mettetela in una terrina con il grana, la mollica di pane, la cipolla tritata finemente, poca noce moscata e sale. Legate il tutto con le uova. Mescolate brevemente per ammalgamare bene gli ingredienti. Scaldate il forno e portatelo a 180°. Nel frattempo preparate una teglia con carta da forno leggermente unta con l'olio. Iniziate a formare le polpettine ( grandi circa come un piccolo mandarancio ) aiutandovi con le mani unte di olio, passatele nei semi di sesamo fino a ricoprirle bene e appoggiatele sulla teglia schiacciandole leggermente. Spennellatele con olio evo ed infornate. Lasciate in forno a dorare girandole a metà cottura. Servite ben calde accompagnate da verdura a vapore. Io ho preparato del broccolo romano condito con olio evo e aceto di mele.



Le focaccette che vedete sopra invece le ho copiate dal cavoletto e devo dire che sono davvero super. Io ho omesso la pancetta e ho ridotto un pò il lievito (allungate un pò la lievitazione), ma il soffrittino di cipolla le rende molto gustose. Grazie a Cenzina che, come sempre, pubblica ricette che non deludono le mie aspettative.
Riporto per mia comodità la ricetta.

  • farina 400 g ( metà grano duro+ metà 00)
  • lievito fresco 12 g
  • acqua tiepida 220 g
  • sale un cucchiaino
  • olio d'oliva 3 cucchiai
  • cipolla bianca 1 piccola
Sciogliete il lievito nell'acqua tiepida e versarlo sulla farina. Aggiungete l'olio e il sale e impastate tutto quanto per 10 minuti. Oliate una terrina e mettetevi la palla di pasta a lievitare coperta da pellicola trasparente. Coprite e lasciate lievitare per 2 ore in un luogo al riparo da correnti (io uso il forno spento). Affettate la cipolla finemente e cuocetela in poco olio evo fino a quando sia morbida. Spegnete e lasciate raffreddare. Riprendete l'impasto, aggiungete la cipolla, reimpastate aggiungendo se necessario un po' di farina, dividete l'impasto in 8 parti, schiacciate chiascuno con palmo della mano e incidere ogni focaccia circa 6 volte, faccendo un disegno simile a una foglia. Allargate un po' i buchi e disponete le focacciette su una teglia da forno e infarinatele leggermente con farina di grano duro. Infornate a 200°C per 10-15 minuti. Io le ho accompagnate alle polpettine, ma sono ideali anche per una merenda.

8 commenti:

bian ha detto...

saranno buone! anche io uso spesso i semini di sesamo...nn so se sai che da noi, in Sicilia,è un sapore familiare, con cui praticamente si convive.. il pane comunemente venduto è col sesamo, semmai bisogna specificare di volerlo senza!

LaCuocaRossa ha detto...

glò che bello per me che non vedo l'ora di "tornare a casa" dopo oltre un mese di asssenza dal mio povero blog abbandonato la polpetta, simbolo della cucina casalinga, è quel che ci vuole...

Gloricetta ha detto...

Ciao Bian, conosco bene il pane siciliano;lo acquisto volentieri quando lo trovo. Non ho mai avuto il piacere di visitare la Sicilia ed è un viaggio che sogno da tempo...uno di quei sogni nel casseto che spero si realizzi presto.

Ciao Cuocarossa, è qualche giorno che non faccio un giretto tra i miei preferiti....(causa parainfluenza con disturbi gastrointestinali) e spero che tu ti sia messa all'opera...ora sbircio.

Glò

nini ha detto...

Che belle queste ricette, adoro il tuo blog!!

Gourmet ha detto...

Dai glò, su che ci manchi!!!!Ricette, su su!!
E ti faccio una proposta.. vieni e vedere da me, c'è un post molto divertente da fare!! bacioni

daniela ha detto...

glo,
ma il pollo va lavorato crudo o cotto? eh non ho capito ;)
baci

Gloricetta ha detto...

Ciao nini, ricambio con affetto il piacere di passare sul tuo blog.Ti linkerò presto tra i miei preferiti.

Ciao Gourmet, comincio a non avere più la nausea mentre vi leggo...e quindi penso stia passando. Ora preparo un post di risposta al tuo che trovo esilarante.

Ciao Daniela, che bello trovarti qui!
Il pollo io lo utilizzo crudo, ma si può utilizzare anche cotto se si hanno degli avanzi.

Glò

cybergatto ha detto...

come al solito arrivo in ritardo e con delle domande: più o meno quanto devo farle cuocere?! grazie.

>^^<