martedì, gennaio 9

Sella di coniglio al balsamico

Stop alla settimana depurativa a base di minestroni e insalitine è ora di riprendere a cucinare cercando qualche piatto saporito e leggero. La carne di coniglio è povera di grassi e molto digeribile. Con un contorno di erbe amare, in questo caso puntarelle e cavolo nero, si ottiene un piatto che, a mio parere, è adatto al periodo post feste.

per 6 persone

  • 3 filoni di coniglio con costolette annesse
  • sale marino a scaglie
  • salvia
  • rosmarino
  • maggiorana
  • pepe nero macinato al momento
  • aceto balsamico
  • olio evo

Preparate la sella di coniglio cospargendo la carne con sale e pepe. Mettete all'interno le foglioline di salvia, rosmarino e maggiorana. Legate con spago da cucina sovrapponendo le costolette. Adagiate la carne in una pirofila, cospargete anche l'esterno con le erbe aromatiche, irrorate con olio toscano fruttato e ponete in forno a 180°. Lasciate rosolare bene rigirando la carne di tanto in tanto e bagnandola con il suo sugo di cottura. Dopo circa 30 minuti sfumate il coniglio con poco aceto balsamico tradizionale e portate a cottura.
Servite metà sella di coniglio nei piatti individuali accompagnando con puntarelle condite con olio, aglio e acciuga, oppure cavolo nero scottato e saltato in padella con gli stessi ingredienti.
Se siete proprio bravi, potrete disossare il coniglio, evitando ai vostri commensali il fastidio degli ossicini da scartare.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Bellissimo questo piatto... così invitante...
Ciao.

ape ha detto...

ti va di partecipare ad un Meme culinario?