lunedì, aprile 30

Gutturnio Festival e Risotto Primavera



In questi giorni festivi e di ponte non mi sono dedicata un gran chè alla cucina ma, complici le belle giornate di sole, ho approfittato per qualche uscita con amici. Ieri ad asempio abbiamo raggiunto Carpaneto Piacentino, "ridente" paese a pochi chilometri da Piacenza famoso per la fiera dell'agricoltura e per la sua buonissima Coppa Piacentina. Nel week end si è svolto il "Gut" Gutturnio Festival, dove 48 aziende vitivinicole piacentine hanno messo a disposizione del pubblico, e quindi anche a noi, i loro vini . La manifestazione si è svolta nel Castello Douglas Scotti da Vigoleno, sede comunale di Carpaneto Piacentino ed è stata la seconda edizione del Gut-Festival del Gutturnio, un occasione davvero interessante per quanti volessero degustare il gutturnio nelle sue tre tipologie (frizzante, fermo e riserva) e altri vini tipici dei Colli piacentini, ad esempio la Malvasia di Candia aromatica e l'Ortrugo.
Per la modica cifra di 2 euro ci siamo comprati il nostro calice da degustazione e abbiamo fatto un giretto tra le varie tavole allestite dai sommelier. Io non amo molto i vini, se non alcuni particolari, e soprattutto non amo molto i vini rossi. Così mi sono limitata ad assaggiare un pinot grigio, molto profumato e fresco, della cantina Lusenti di Ziano Piacentino e un malvasia passito 2005 "Arte Contadina" della cantina Loschi di Bacedasco. Ovviamente la nostra gita, come nella migliore tradizione si è arricchita di souvenirs eno gastonomoci.


E per non lasciarvi proprio a bocca asciutta, ecco un risotto che a dire il vero può essere preparato con le verdure che più vi aggradano o...come succede spesso a me... con le verdure a diposizione. In questo periodo di asparagi penso siano da usarsi a piene mani e così ecco il mio risotto primavera.

  • brodo di pollo o vegetale 2 litri
  • riso carnaroli 350 g
  • pancetta tesa 7 /8 fettine
  • scalogno 2
  • peperone giallo 1/2
  • asparagi 10
  • zucchine piccole 2
  • carota 1
  • vino bianco secco mezzo bicchiere
  • olio evo
  • burro una noce
  • grana grattugiato 1/2 scodella
  • sale e pepe
Mettete a scaldare il brodo e quindi ponete in una tegame adatto per il risotto qualche cucchiaio di olio evo, la pancetta e lo scalogno tritati. Fate stufare lentamente lo scalogno, quindi unite la carota, il peperone e il verde delle zucchine a piccoli dadini.
Tagliate i gambi degli asparagi nettati a tocchetti e uniteli anch'essi alla dadolata di verdure. Le punte dividetele verticalmente e lasciatele in disparte. Salate e lasciate stufare qualche istante.
Ora aggiungete il riso, che lascerete tostare qualche istante insieme alle verdure, sfumate con il vino bianco e salate leggermente. Lasciate evaporare e quindi iniziate ad aggiungere il brodo bollente a mestoli, mescolando di tanto in tanto. A 5 min. dalla fine cottura unite le punte degli asparagi. Spegnete, regolate di sale e pepe, aggiungete una noce di burro, poco brodo e il formaggio grattugiato. Coperchiate qualche minuto e servite.

9 commenti:

cannella ha detto...

Ma guarda un po' che m'hai fatto venire voglia di 'sto risotto...che poi finisce che con le cose semplici e le verdure "sbolognabili" che ho in frigo non lo faccio mai! Grazie per il suggerimento, un baciotto

Lory ha detto...

Ciao Gloria,sono tornata ma diversamente da te ho cucinato molto e...bè ma ti sono mica fischiate le orecchie???
Visto che sono copiona provvederò a copiare anche questo e come sempre porterò le prove...eheheheheh!
Brava e grazie ancora!
Vado a postare anche le ricette!
Lory

Lory ha detto...

Gloria dimenticavo,per l'uovo...ungi la pellicola di olio!

Gloricetta ha detto...

Ciao Canny, questi piatti a casa mia vengono simpaticamente denominati "catta sù"!!

Ciao Lory, ma hai prodotto un infinità di piatti!!! Aspetto con impazienza i post con le ricette annesse.Aspetto anche le prove della tua "copia" o quanto meno lodi o critiche. Per l'uovo cotto nella pellicole avevo avuto anch'io questa intuizione. Grazie per la puntuale precisazione.

Glò

Gourmet ha detto...

Non riesci a stare senza il blog nemmeno, tu nehhhhhhh!!!! ;) Questo risottino qui fa proprio al caso mio..devo solo eliminare burro e grana!! Molto delicious!!
Peccato per domenica, sarà per un'altra volta!
p.s. il gutturnio però lo berrei!!

Gloricetta ha detto...

Brava Sandra, la versione light è davvero adatta alla tua dieta. Per domenica sono davvero dispiaciuta...cercherò di non perdermi la prossima occasione. Un abbraccio. Glò

nini ha detto...

Che bel risottino...ieri ho fatto la paella per la prima volta, buona!

Gloricetta ha detto...

ciao Nini, ho una ricetta molto interessante della paella...molto ricca ma mooooolto buona!! Qualche volta la posto. Tu hai postato la tua? Glò

Val Tidone ha detto...

Visto che si parla di risotto, e di gutturnio, per la prossima ricetta suggerisco il risotto al gutturnio!