lunedì, aprile 16

Torta sbrisolona di Mantova


Questa comunissima torta è molto diffusa anche dalle mie parti, ma pare sia originaria di Mantova. La farina di mais è presente in molti dolci della zona padana e ne caratterizza la consistenza. E' un dolce molto semplice adatto a merende ho cene rustiche dove, a fine pasto e in modo informale, viene intinta in bicchieri di vino amabile che generalmente, in questa zona, è Malvasia dolce dei Colli Piacentini.
Nella ricetta originale si consiglia l'utilizzo di burro + strutto (quest'ultimo penso renda la pasta più friabile), ma io ho utilizzato tutto burro.

per una tortiera di 28 cm

  • 200 g di mandorle dolci
  • un pugnetto di mandorle a scaglie
  • 250 g di farina
  • 150 g di farina di mais macinata fine (tipo fioretto)
  • 200 g di zucchero
  • essenza di vaniglia
  • la scorza di un limone non trattato, grattugiata
  • 2 tuorli d'uovo
  • 200 g di burro
  • un pizzico di sale
Tritate grossolanamente, nel tritatutto, le mandorle. Setacciate insieme le due farine con la vaniglia e un pizzico di sale e disponetela a fontana. Mettete nell'incavo lo zucchero, le mandorle tritate , la scorza del limone gratuggiata, i tuorli d'uovo leggermente sbattuti e il burro a tocchetti. Iniziate a lavorare velocemente l'impasto con la punta delle dita fino a che non si trasformi in grosse briciole. Passandolo tra i polpastrelli sbriciolatelo direttamente nella tortiera imburrata e infarinata; si riempirà di granelli che cuocendo si salderanno. Cospargete la superficie con le mandorle a lamelle e mettete in forno già caldo a 180° per circa 45 min. Togliete la torta dal forno e fatela scivolare su di un piatto da portata. Una volta raffreddata, servitela rompendola a pezzi ...intingetela senza remore in un bicchiere di vino bianco dolce ... è un vero piacere! La sbrisolona è una torta a lunga durata, e se correttamente conservata è buona anche dopo qualche giorno.

13 commenti:

Maria Giovanna ha detto...

Veramente una ricetta interessante.

Natalia ha detto...

Hummm.... Cercavo une ricetta di questo dolce, eccolà ! Sembra deliziosa !

cannella ha detto...

Grande la mantovana!E' vero che lo strutto la rende più friabile, ma anch'io preferisco tutto burro, ne preferisco il gusto. Un abbraccio!

cat ha detto...

Com'è buona la sbrisolona, dai miei me ne faccio scorpacciate, sai che non ho mai provato a farla? e perchè, adesso non ho più scuse.
glo' provala annaffiata da una buona grappetta, direttamente sulla torta, dopo averle dato un colpo al centro per ottnere i pezzetrtini croccanti, dalle parti di valeggio usa così, saluti un po' alcolici, ma non troppo, cat

Gloricetta ha detto...

Ciao Maria Giovanna, non la conoscevi questa torta?

Ciao Natalia, benvenuta su questo blog, è un dolce semplice ma davvero buono. Da provare!

Ciao Canny, ne hai una tua versione sperimentata?

Ciao Cat,la versione ubriaca con grappa per me è davvero troppo alcolica...ma mio marito sono sicura che apprezzerebbe e poi
un bel colpo per spezzarla fà sempre la sua bella scena. Glò

Maria Giovanna ha detto...

Ne avevo sentito parlare ma non l'avevo mai vista, un altra cosa da dover assolutamente fare........

Orchidea ha detto...

Questa è una torta che a me piace molto però non l'ho mai fatta... salvo la tua ricetta e la provo al più presto.
Ciao.

Gourmet ha detto...

Idem!!! Mi mancava una bella e buona ricetta per la sbrisolona... ;) Grazie a Glò ho anche qs!! Aspetto solo di finire il periodo "light"... E poi torno a produrre Torte, dolci & manicaretti un pò + sostanziosi!!
buonaserata!

Gloricetta ha detto...

Ciao Maria Giovanna e Orchidea, fatemi sapere se vi è piaciuta.

Ciao Sandra, ma lascia perdere il periodo "light"!!! Non si addice molto a chi ama così tanto passare il suo tempo in cucina...oppure si?

Glò

flo ha detto...

ah la torta sbrisolona!!! che bonta'!!! giorni fa io ne ho fatta una simile in versione 'morbida'pero'! anche il nome e' un 'po' diverso': torta sbriciolata!!!!


la tua e' davvero bella ed invitante!

(ps: puo' essere che il sottotorta sia quello del porta torta della Tupperware ??? io ce l'ho uguale!!!)


ciao ciao

alemu ha detto...

aaahhh la sbrisolona... (faccia goduta e occhi sognanti..) mia suocera è emiliana-del-confine (quasi vicino a mantova) e questa torta è sinonimo di un viaggetto in zona. ma come fa a durare qualche giorno? è una di quelle cose che quando ne assaggi un pezzo, uno dopo l'altro e hop, finita!

Gloricetta ha detto...

Ciao flo, devi assolutamente postare la ua versione "morbida"! Per quanto riguarda il sottotorta hai proprio ragione; si tratta del comodissimo porta torte della Tupperware.

Ciao Alemu, hai ragione ...non dura tanto, specie se c'è un allegra compagnia che apprezza.

Vaniglia ha detto...

Gloricetta, che sorpresa bellissimissimamente golosa!!
in quanto mantovana mi sento presa in causaaaaa! o meglio: per la golaaaa.. La mia nonna non utilizza la vaniglia, ma l'anice (o se non c'è, la sambuca) per aromatizzarla... ma tanto la sbrisolona è una meraviglia della natura in tutte le salse!
Baciotti e grazie per la sorpresa!