lunedì, giugno 4

Rosette al pesto


Questi fragranti panineti sono l'evoluzione naturale della ricetta delle focacciette di un pò di tempo fà. Come succede spesso le cose evolvono e devo dire che le ricette ne sono un esempio lampante. Durante i pochi minuti che mi restano della pausa pranzo li ho impastati e per comodità vi riporto qui la ricetta:

  • farina 400 g ( metà grano duro+ metà 00)
  • lievito fresco 12 g
  • acqua tiepida 220 g
  • sale un cucchiaino
  • olio evo 3 cucchiai
  • 1 cucchiaino di malto d'orzo
Sciogliete il lievito e il malto d'orzo (facoltativo) nell'acqua tiepida e versarlo sulla farina. Aggiungete l'olio e il sale e impastate tutto quanto per 10 minuti. Oliate una terrina e mettetevi la palla di pasta a lievitare coperta da pellicola trasparente. Coprite e lasciate lievitare per 2 ore in un luogo al riparo da correnti (io uso il forno spento).

A questo punto, se come me siete al lavoro, date indicazione a vostro figlio, marito, mamma ecc... di dare un bel cazzotto all'impasto. Si proprio un bel pugno!! Date anche istruzioni perchè venga riformata la palla e messa di nuovo a lievitare.

Una volta a casa, troverete l'impasto bello gonfio e pronto per preparare le focaccette. Abitualmente, mentre rientro, ripasso mentalmente il contenuto del mio frigo...non che mi serva come esercizio mnemonico, ma per capire se posso fare a meno di fermarmi al super. Ricordando il pesto avanzato del giorno prima, ho avuto l'idea di queste rosette.

Raccogliete l'impasto dalla terrina e stendetelo in un rettagolo con il mattarello. La pasta dovrà avere lo sessore di 2/3 mm. Spalmate il rettangolo con qualche cucchiaio di pesto fino a ricoprirne la superficie con un leggero strato. Arrotolate bene il rettangolo come per fare un salame e quindi tagliatelo a rotelle alte circa 4/5 cm.
Mettete le rotelle negli stampi per i muffin (se non avete quelli di silicone vi conviene foderarli con carta forno). Lasciate lievitare ancora 30 min. e quindi poneteli a cuocere nel forno a 200° per circa 20/30 min. o fino a che risulteranno belli gonfi e dorati.

Sfornateli e serviteli ancora tiepidi per la cena.



Queste focaccette invece, sono un'altra variazione sul tema. Eccole fragranti in versione olive nere tritate, salvia o rosmarino.

13 commenti:

LaCuocaRossa ha detto...

hey vedo che qui ci si da alla produzione di pane a tutto spiano!

Gloricetta ha detto...

Ciao cara Cuoca Rossa, ma dove eri finita? Ero stufa di vedere sempre il lì tuo brasato!! Hai postato nuovamente...corro a vedere. Glò

elisa ha detto...

bellissime queste focaccine..davvero invitanti..Complimenti...gnammmmm

cat ha detto...

mmm, me lo sentivo che c'era qualcosa di squisito, il profumino di pane fresco mi ha attirato fin qui. Il profumo di pane fresco non ha eguali, è la roba più golosa del mondo, cat

Gloricetta ha detto...

Ciao Elisa, grazie per i complimenti...la ricetta base è del "cavoletto" ma ho scoperto che è buonissima anche per la pizza e per questi ultimi panini.

Ciao Cat, condivido pienamente...il profumo del pane è una cosa davvero fantastica. A me ricorda le estati passate al mare , in Liguria, dove i forni preparano quelle deliziose focacce...che purtroppo trovi solo lì.

Glò

Dolcetto ha detto...

Cia Glò, ti leggo da un po' ma questo è il primo commento che ti lascio. Bellissimo il tuo blog, bellissime le tue ricette e... sento il profumino di queste rosette... non è che te n'è avanzata una..? ;-)

Orchidea ha detto...

Ma sono bellissimi!
E buoni sicuramente...
Ciao.

daniela ha detto...

che famee!!

anna ha detto...

Vada via per una settimana e in questo blog trovo una ricetta più bella e buona delle altre...questo pane e queste focaccine poi sono deliziosissime...baci

nini ha detto...

le tue rosette sono una super idea!!

Gourmet ha detto...

Che bontà,pane e focaccine!!!!
Miraggio e visione anche dopo cena ,cara Glò!
Brava!!
bacetti

Gloricetta ha detto...

Ciao Dolcetto e benvenuta! Purtroppo le rosette sono state spazzolate in men che non si dica.Anch'io ho visitato diverse volte il tuo blog e lo trovo molto carino e "dolce".

Ciao Orchidea, fidati sulla parola...sono davvero golosi!

Ciao Anna, ...ma dove ve ne andate tutte!!! Resto solo io attaccata al monitor (e al forno)?

Ciao Nini, le "idee" arrivano dopo aver letto tanti deliziosi post di questa fantastica rete di foodblogger.

Ciao Sandra, in realtà stò tentando di minare la tua determinazione per il raggiungimento del peso forma!

Baci, Glò.

nini ha detto...

Che belle rosette, e come dovevano essere buone!!