domenica, luglio 15

I colori e i sapori dell'estate


Niente ricette ne commenti vari, solo una raccolta di foto che evocano l'estate...magari da scorrere durante il lungo inverno.




8 commenti:

Alex e Mari ha detto...

Semplicemente belle! Da bambini le pannocchie di mais le rubavamo nei campi e la sera si faceva un focolare. È una vita che non le mangio! Buona giornata, Glò. Ciao, Alex

adina ha detto...

che bello quel campo di grano..... come mi piace la vita di campagna!

Anonimo ha detto...

Bellissimi i colorai del'estate, bellissime acnhe le foto.
Anch'io vado (di sera)nel campo vicino a casa a rubacchiare delle pannocchie, che buone, anche le verdurine alla griglia, be tutto quello che la stagione ci regala è tutta buona. Ciao Mara

Orchidea ha detto...

Che buone le pannocchie... a casa in Italia abbiamo i campi di granturco proprio dietro casa... basta allungare le braccia fuori dalla cancellata e si possono raccogliere giusto quelle 2 o 3 pannocchie fresche fresche. Ottime bollite con il sale.
Ciao.

Gloricetta ha detto...

Ciao Alex, io che ho sempre abitato in campagna non ho ricordo delle pannocchie bollite...ma ora quando le trovo le preparo solo con sale e burro...buoooone!

Ciao Adina, questa vista è dalla porta/finestra della mia cucina. Non si tratta proprio di aperta campagna ma Piacenza è così piccola che se abiti nella prima periferia sei praticamente circondata dai campi.

Ciao Mara, hai ragione...i buoni frutti estivi sono quanto di meglio si possa portare in tavola. Grazie per i complimenti.

Ciao Orchidea, ti è venuta la nostalgia di casa? In Svezia niente pannocchie?

Glò

Gourmet ha detto...

Che belleeeeeeeeeeee Glò!! :-)
anche per me lo stesso problema.. quando arriva l'estate ( e con lei il caldo!) non farei più nulla se non relax,foto e tanti libri!
bacioni

anna ha detto...

Belle foto Giò complimenti...e anche le empanadas qua sotto non sono proprio niente male...baci

Gloricetta ha detto...

Ciao Gourmet, il mio problema più grosso è l'utilizzo del forno. Non posso proprio usarlo, pena il surriscaldamento dell'ambiente dove pranziamo/ceniamo.

Grazie Anna, sempre ben accetti i tuoi complimenti!

Glò