venerdì, novembre 9

Risotto al nero di seppia


E sotto al risotto? Zucca!!! Mentre preparavo il mio risottino al nero di seppia mi è venuta una folgorazione. Avevo lì ancora un pò di purea di zucca avanzata dai panini (vedi post precedente) e l'accostamento cromatico mi attirava molto. Devo dire che l'abbinamento non è del tutto azzardato, forse dovrei trovare il sistema di smorzare un pochino il dolce della zucca che invece sovrasta il gusto del risotto. La purea è stata diluita con poco brodo di pesce utilizzato per la cottura del risotto. Io vi suggerisco di sperimentarlo e magari qualche foodblogger più esperto mi potrà dare qualche suggerimento. Il piattino di prova è stato fotografato e poi assaggiato diligentemente dai miei commensali che hanno dato i loro pareri. Ho dei commensali mooooolto critici.... più di alcuni blasonati critici gastronomici!!!!
Chi non fosse in vena di sperimentazioni può affidarsi ad occhi chiusi alla ricetta del solo risotto che riesce sempre benissimo.

  • seppie di medie dimensioni 4 (fatevi tenere, dal pescivendolo, i sacchettini del nero )
  • scalogno 2
  • riso vialone nano 350 g
  • brodo di pesce 2 l
  • vino bianco secco 1/2 bicchiere
  • pelati 3
  • peperoncino
  • sale
  • olio evo

Lavate bene le seppie e tagliatele a fettucce. Tritate lo scalogno e fatelo appassire con qualche cucchiaio d'olio nel tegame che userete per cuocere il risotto. Tuffatevi le seppie, salate, aggiungete un piccolo peperoncino piccante (se piace) e lasciate andare a fuoco medio fino a che le seppie non rilascino del tutto la loro acqua. Lasciate restringere leggermente e bagnate con il vino bianco. Fate evaporare, aggiungete i pelati spezzettati, coperchiate e lasciate sobbollire a fuoco dolce per circa 20 min.
Controllate che non asciughino troppo, nel qual caso aggiungete poco brodo di pesce.
Quando le seppie, infilzandole, risulteranno tenere, aggiungete nel tegame anche il riso. Mescolate e lascate che assorba il fondo delle seppie. Iniziate a bagnare con il brodo di pesce bollente e portate a cottura aggiungendolo poco alla volta. 5 min. prima di raggiungere la cottura del riso, aggiungete il nero di seppia. Mescolate bene, regolate di sale e servite il risotto all'onda (il mio, per ragioni di set fotografico, risulta un pochino asciutto).



5 commenti:

Trinidad ha detto...

miam !! ça a l'air bon !!

sergiott ha detto...

Ciao carissima, L'accostamento cromatico è bellissimo, come pure l'idea istantanea.
Purtroppo la crema di zucca manca di acidità, io ci metterei un poco di succo di lime, che con il pesce va benissimo.

a presto

Anonimo ha detto...

Colgo l'occasione per farti i complimenti per i tuoi splendidi piatti, e per dirti che stamattina ho fatto la torta di mele, è venuta talmente bene che non so se arriverà a domenica mattina. Ne hanno mangiato più di metà
Ciao Mara

Gloricetta ha detto...

Ciao Trinidad, il risotto è davvero ottimo...il fondo di zucca è da valutare.

Ciao Sergiott, io pensavo a un soffrittino aglio e acciuga nel quale far passare la purea di zucca diluita con un poco di brodo di pesce. Il lime..non saprei è da provare.

Ciao Mara, grazie come sempre per i tuoi complimenti e per la tua assidua presenza sul mio blog ...e come sempre sono felice che le ricette che pubblico entrino con successo nelle case di altri.
E' bello e gratificante saperlo.

Glò

Anonimo ha detto...

prova ad aggiungere alla purea di zucca alcune gocce di angostura. Dovrebbe funzionare.