mercoledì, dicembre 12

Tartufini caffè e spezie


A questi non ho resistito! Ho dovuto riproporli subito. Si sa, che le ricette del Cavoletto sono sicuri successi e questi arrivano anche da un altro blogger altrettanto blasonato ed affidabile, quello de La tartine Gourmande. E allora eccoli qui i bellissimi tartufetti, pronti in un piccolo pacchetto per un' amica che oggi compie gli anni. Meglio regalarli, non teneteli in frigo a portata di golosi...sono davvero irresistibili.


  • cioccolato fondente al 70% 200 g
  • qualche cucchiaio di cioccolato amaro (o se preferite zuccherato) in polvere
  • panna fresca 150 ml
  • burro 25 g
  • caffè solubile 1 cucchiaino abbondante
  • garam masala 1/2 cucchiaino (nella ricetta originale c'è il cardamomo)
Tagliuzzate il cioccolato e mettetelo in una terrina. Scaldate la panna con il burro e spegnete appena prende a bollire. Mescolate alla panna il caffè solubile e le spezie. Versate il liquido bello caldo sul cioccolato e coprite 5 min. Con la frusta sbattete bene il composto fino a che risulti bello liscio. Coprite con la pellicola la ciotola e mettete la ganache in frigo almeno qualche ora, possibilmente una notte. A questo punto prelevate il composto con un cucchiaino da tea (abbondate) e rotolatelo tra le mani formando le palline (devono avere un diametro di circa 3 cm ). Passatele nel cioccolato in polvere e adagiatele nei pirottini. Si possono ricoprire anche di cioccolato fuso per poi procedere con quello in polvere.

Altra variente potrebbe essere con
il cioccolato bianco oppure le scagliette di cocco. Divertitevi a provare. La base della ganache può omettere le spezie o, se non piace, il caffè. Si può aggiungere un goccio di cognac per un gusto più adulto...provate e soprattutto regalate! Io per la confezione regalo ho preparato una scatoletta utilizzando uno schema di origami molto semplice. Ve lo metto di seguito e se vi diverte prepararne di altro tipo potete dare un occhiata qui.

giovedì, dicembre 6

Pasta e fagioli

Qualche tempo fa ho trovato al "Natura Sì" questo formato di pasta al farro integrale. Il formato è quello che preferisco per i minestroni e l'abbinamento con i fagioli è ideale. Nelle fredde serate invernali questo è un piatto che ti coccola come pochi. Lo prepari la sera prima e mentre ti leggi un libro oppure ti guardi in TV la tua serie preferita, la tua zuppa bolle adagio adagio e te la trovi pronta per la cena del giorno dopo. Ti basta aggiungere la pasta (questa è buonissima) e il tuo piatto unico è pronto.


  • fagioli borlotti secchi 250 g
  • sedano, il cuore
  • cipolla grande 1
  • carote 2
  • aglio 2 spicchi
  • rosmarino 1 rametto
  • olio evo
  • sale
  • peperoncino fresco 1 piccolo ( se piace, oppure pepe nero)
  • pasta formato ditali al farro integrale
  • grana gratuggiato



La sera precedente mettete in ammollo i fagioli in abbondante acqua fredda e lasciateli così almeno 12 - 24 ore.
Lavateli e scolateli. Tagliate a pezzetti le verdure (tenete da parte uno spicchio d'aglio), ponetele in un ampio tegame a fondo pesante con poco olio evo e il peperoncino sminuzzato, salate leggermente e lasciate stufare a fuoco vivace qualche minuto. Unite i fagioli scolati, fateli insaporire qualche istante con le verdure, aggiungete tanta acqua fino a coprire abbondantemente verdure e fagioli.
Lasciate sobbollire per almeno 2 ore. Quando i fagioli saranno cotti, prelevatene 1/3 e passateli al passaverdura. A questo punto, se la zuppa fosse troppo densa, aggiungete poca acqua calda, aggiustate di sale. Unite alla zuppa la pasta (un pugnetto per persona). Mentre la pasta cuoce, in un piccolo tegamino mettete un trito finissimo di aglio (lo spicchio che avevate conservato) e rosmarino con qualche cucchiaio di olio evo. Lasciate imbiondire a fuoco dolce. Filtrate questo olio e utilizzatelo per completare la scodella di pasta e fagioli assieme ad una spolverata di parmigiano stagionato. Dopo poche cucchiaiate vi si scalderà il cuore ...e lo stomaco!