domenica, aprile 27

Torta di mele filosofica


Una torta di mele è sempre una torta di mele. Vero è, anche che ne esistono davvero tante versioni e che a furia di esperimenti mi ritrovo a pensare che questa è davvero ottima. Una torta di mele è consolatoria, una merenda ideale per i bambini, adatta anche per chi i dolci gli snobba. Non è un dolce impegnativo e nemmeno supponente . E' quello che sembra, niente di più e niente di meno. Non che se ne possa trarre un trattato filosofico ma ...può non piacere una torta di mele?

"Il sotto non conferma le aspettative del sopra " queste le parole di commento del mio secondo genito mentre assaggia un dolcetto preparato qualche giorno fà. Questo per descrivere quanto siano gastronomicamente viziati i miei commensali e se cado in errore sono pronti a disquisire sull'essere e l'apparire.

Altra cosa è questa torta di mele che è quel che appare....una generosa coccola dolce!

Mi scuso fin da ora con il blogger al quale devo averla carpita, ma come spesso accade, le copio e quindi non ho più riferimento alcuno.
  • 150 g di zucchero
  • 2 uova
  • 80 g di burro
  • 200 g di farina
  • 4 mele renette
  • 1/2 bustina di lievito
  • 1/2 bicchiere di latte
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna
  • 1 limone
  • 1 pizzico di sale
  • una puntina di vaniglia
  • pinoli
  • uvetta di corinto
Fate fondere il burro e sciogliete il lievito in 1/2 bicchiere di latte. Sbattete bene lo zucchero con le uova e aggiungete la farina setacciata a poco a poco. Mescolate e poi aggiungete il burro fuso, il lievito sciolto nel latte, la vaniglia e il succo di un limone spremuto. In fine, un pizzico di sale. Mescolate il composto che deve risultare abbastanza denso. Versate nella tortiera. Tagliate a fettine le mele sbucciate e infilatele in piedi e a raggera nell'impasto. Spolverizzate con zucchero di canna e cospargete la superfice con una manciatina di pinoli e uvetta di Corinto.
Versate sulla torta un filo di burro fuso e infornate a 160° per circa 45 min. Se proprio la volete rendere golosa, o servirla a chiusura di una cena, lasciatela intiepidire e accompagnatela con uno zabaione al vin santo o passito di pantelleria.

14 commenti:

Lory ha detto...

Oh mamma mia,spettacolo!!
Glò ma la misura della teglia?
Questa Beppe se la mangerebbe ad occhi chiusi,accompagnata da un kilozzo di panna hai presente? ;-)
Quanto a vizi ed errori,che te lo dico a fare ;-))

Gloricetta ha detto...

Ciao Lory, scusa l'omissione, la tortiera era da 24 cm. Con la panna? Gnam!

Glò

Monique ha detto...

ciao!bentornata!la torta dev'essere spettacolare anche se per me il "tempo delle mele" è finito...spazio alla primavera!!

sunny ha detto...

io ho la mia ricetta preferita per la torta di mele ed è collaudatissima da anni ma questa tua la voglio proprio provare: ha un'aspetto così coccoloso e goloso..
provo e poi ti dico:-)

FairySkull ha detto...

Bellissima, ne mangerei una fettona !!!! Ciao lisa

salsadisapa ha detto...

la torta di mele non può non piacere perché E' buna... è LA TORTA per eccellenza! e questa tua versione è filosoficamente invitante :))))

Camomilla ha detto...

Buonissima questa torta di mele!!! Slurp... accompagnata poi con dello zabaione diventa ancora migliore!!!
Baci!

lapanciapiena ha detto...

ma che bella torta di mele!!anch'io la adoro e la faccio spesso...un bacio imma

sandra ha detto...

Spettacolare cara Mamma Glò!
La torta di mele é da sempre tra le mie preferite.. :)
P.s. davvero filosofico il commento del tuo figliolo, nulla da dire..
un abbraccio e buona settimana

Mammazan ha detto...

Per una torta di mele così è sempre stagione!!!!
grazia

Gloricetta ha detto...

Ok, Ok!! Una fetta di torta di mele per tutte! Grazie di passare, anche se non ho tanto tempo vi penso. sempre.

Glò

il rifugio dell ingordo ha detto...

bellissime come sempre le tue ricette e sopratutto buone quelle che ho potuto riprodurre.
Sono anche io una nuova blogger ma ho un piccolo problema di rintracciabilità che per il momento non riesco a risolvere.
Il nome del mio blog è il rifugio dell'ingordo.
Ciao spero di metterti presto fra i miei preferiti, se saprò risolvere il problema di rintracciabilità.
Ciao

copertina75 ha detto...

Bella idea quella di usare l'uvetta e i pinoli. La prossima volta li inserisco anch'io.

Nella mia ricetta della torta di mele ho messo le mele sopra e poi infornato, ma mi piacerebbe provare mettendole sul fondo e poi ricoprendole con l'impasto.

Qualcuno l'hai mai fatto? Come è stato il risultato?

FCIVANO ha detto...

ciao, ho provato a fare la tua torta ai lamponi ed e' venuta spettacolare, ho anche fatto la variante con le more e sostituito la farina normale con quella di farro e la farina di mandorle con il cocco ed e' venuta buona lo stesso e quindi ho deciso di prendere anche la ricetta per la torta alle mele. Adesso la torta e' in forno. ti faro' sapere.