lunedì, settembre 29

Filetto di tonno in tartare


L'abbassamento delle temperature di questi giorni non consiglia certo la preparazione di piatti freddi. Le prime zuppe serali o addirittura una bella polenta, come quella ho preparato ieri, sono maggiormente invitanti. Ma, complice la pescheria che ultimamente mette lì in bella mostra del freschissimo filetto di tonno, non ho resistito ed ecco una preparazione davvero estiva. Se trovate del tonno freschissimo, non esitate! Provatela anche se il termometro non supera i 10°C. Vi prometto che sarà l'ultimissima ricetta di un piatto freddo. Ci aspettano mesi uggiosi ed è ora di servire ai nostri commensali qualche preparazione corroborante e sostanziosa.

Se preparate la tartare come antipasto, calcolate circa 100 g di filetto di tonno per persona. Se invece la servite come secondo piatto abbondate un pò (150
g andranno bene)

Per 4 persone

  • 400 g di filetto di tonno freschissimo
  • il cuore di un sedano
  • un mazzetto di erba cipollina ( oppure poca cipolla rossa )
  • qualche ravanello
  • salsa di soia 4 cucchiai
  • succo di limone 2 cucchiai
  • olio evo 4 cucchiai
  • wasabi in pasta un cucchiaino da tè ( o secondo i gusti )
  • fior di sale

Dopo aver mondato le verdure, tagliatele a piccoli dadini. Tagliuzzate l'erba cipollina.
Tagliate a piccoli dadini anche il tonno ( circa 5 mm di lato ). Raccogliete tutto in una terrina.
Emulsionate in una ciotola, olio, succo limone, salsa di solia e wasabi. Versate nella ciotola con il tonno e le verdure. Mescolate bene e lasciate riposare 5 min.

Nei piatti individuali, preparate un letto di spinaci novelli ( buonissimi ) oppure misticanza. Condite con olio evo e qualche goccia di balsamico. Sistemate al centro, con un coppapasta, la vostra tartare, aggiungete qualche granello di fior di sale e servite subito.

Accompagnate con vino Nobile di Montepulciano "La Braccesca" 2004.
Prendelo come un suggerimeto...io notoriamente non sono una gran intenditrice di vini, ma i miei commensali hanno gradito.

Volevo segnalare, a quelli come me che, dopo tanto cucinare... e mangiare, hanno la necessità di fare un pò di moto per mantenersi in forma, il sito di un simpatico gruppo di marciatori con i quali da pochissimo condivido qualche passeggiata domenicale.

Questa associazione ha il duplice scopo di mantenere vivo il ricordo di Andrea Di Muzio prematuramente scomparso il 21 aprile scorso, all'età di 15 anni, a causa di una malattia difficilmente curabile e di formare un gruppo di amici con la passione per la marcia (corsa podistica) che possano divertirsi insieme attraverso lo sport e ad altre forme di aggregazione.

Attraverso questa Associazione Sportiva ci prefiggiamo di POTER AIUTARE LA RICERCA CONTRO TUTTE LE FORME TUMORALI CHE COLPISCONO I BAMBINI E GLI ADOLESCENTI con modalità che, anche grazie ad altri enti, potremo attuare.