mercoledì, aprile 22

Al via la "due giorni" del Gutturnio Festival

Molti lamentano il fatto che non mi interesso di vino, ed è davvero una mia mancanza! La buona cucina, si sà, trova in un buon bicchiere di vino un accompagnamento ideale. Mi piacerebbe davvero molto imparare ad abbinare i vini ai miei piatti, ma per ora vado sul sicuro solamente con un ottimo Gutturnio che, senza alcun dubbio, si abbina a meraviglia con i piatti della cucina tradizionale piacentina. Se siete dalla parti di Piacenza e non disdegnate una bella manifestazione enologica, potete raggiungerci a Carpaneto Piacentino, ridente località ai piedi dei colli Piacentini. Anche quest’anno i nostri vini saranno protagonisti di due giornate dedicate a degustazioni, abbinamenti enogastronomici, approfondimenti ed incontri diretti fra produttori vitivinicoli, cantine e migliaia di appassionati, attirati da un territorio unico, caratterizzato dal connubio fra enologia, gastronomia e cultura.

Parteciperanno quasi 40 Cantine che producono e commercializzano il Gutturnio e gli altri Vini Piacentini. Questa quarta edizione del GUT Festival è dedicata al Gutturnio Frizzante. Le due giornate saranno organizzate con degustazioni libere e guidate; tavole di assaggio e abbinamento consentiranno ai visitatori, non solo di apprezzare il Gutturnio Frizzante e gli altri Vini Doc Piacentini, ma anche di conoscerne la storia e scoprire gli accostamenti migliori. Produttori e i Sommelier illustreranno le caratteristiche organolettiche e sensoriali, e accompagneranno i vini con alcuni prodotti piacentini tipici famosi in tutto il mondo (i tre salumi Dop - coppa, pancetta e salame - e alcuni formaggi locali, fra cui il Grana Padano prodotto nel Piacentino), con piatti della tradizione preparati da Chef rinomati e dagli allievi della Scuola Alberghiera.

Ciascun visitatore potrà costruire liberamente il proprio percorso di degustazione libera, incontrando direttamente i Produttori e le Cantine che aderiscono alla manifestazione e seguendo, oltre che la propria curiosità, i suggerimenti e i consigli dei Sommelier AIS e Fisar.
Le degustazioni libere si terranno nel cortile del Palazzo Comunale il 25 aprile dalle 15 alle 22 e il 26 aprile dalle 10 alle 22.

Per conoscere meglio il Gutturnio Frizzante, le sue inaspettate potenzialità e i migliori abbinamenti enogastronomici, nei pomeriggi del 25 e del 26 aprile presso il piano superiore del Palazzo Comunale, si svolgeranno diverse degustazioni guidate dai sommelier.


Tra le novità di quest’anno un Happy Hour dedicato ai fruitori più giovani: sulla scia del successo dello scorso anno entrambe le serate della manifestazione sono dedicate all’incontro e alla conoscenza con le nuove generazioni, invitate ad avvicinarsi al Gutturnio Frizzante e agli altri Vini Piacentini per scoprirne le caratteristiche, la piacevolezza, la versatilità e, aspetto non secondario, per comprendere come consumarli responsabilmente, affinché il buon bere sia davvero ed esclusivamente uno dei piaceri del palato e della vita, oltre che una parte importante della nostra alimentazione.

La Commissione selezionatrice, altamente qualificata - che conferisce anche quest'anno un Premio di Qualità ai migliori Gutturnio Frizzante -, consiglia di sfruttare la possibilità di assaggiare, ad un prezzo concordato (25 Euro) e per tutta la durata del Festival, in molti ristoranti selezionati, i piatti della tradizione piacentina attraverso un’iniziativa denominata Tavola Piacentina.

E’ possibile prenotare la partecipazione alle degustazioni guidate, oltre che in loco, scrivendo a: info@gutturniofestival.it



Nella deliziosa cornice del Palazzo Comunale di Carpaneto Piacentino si svolgerà anche un esposizione d'arte e la cara amica Maurizia esporrà i suoi "vinarelli".

5 commenti:

Giò ha detto...

ti ho già risposto anche su facebook, cmq io vado sicuramente. sono andata anche lo scorso anno e mi era piaciuto molto anche se non c'era nulla da sgranocchiare e ad un certo punto mi sentivo un pò ubriaca...

Taillevent ha detto...

Grazie per la segnalazione. Ho immediatamente girato il post ai miei tweetamici. Peccato non poterci essere.

Val Tidone ha detto...

L'anno prossimo devo ricordarmi di partecipare, il tempo è sempre così tiranno che vanno stabilite delle priorità. L'iniziativa è comunque lodevole

lecartedimauri ha detto...

Grazie,glo ..è stata una bella festa,nonostante il tempaccio domenicale...maurizia

gutturnio ha detto...

Il Gutturnio è certamente il re dei vini piacentini, quello più diffuso sulle tavole piacentine, ma anche quello che più di tutti si sta facendo conoscere al di fuori dell'ambito locale. E' un vino rosso, di corpo, con tannini in evidenza, un vino dal carattere spiccato e deciso, espressione di una cultura e di un territorio.