giovedì, maggio 24

Coniglio in agrodolce

Come potete vedere, tra l'archivio delle mie ricette, la carne di coniglio è tra quelle che preferisco. E' magro, altamente digeribile e davvero versatile. Naturalmente se riuscite a procurarvi un coniglio "nostrano" tanto meglio. Il mio " spacciatore" di fiducia è sempre il mio papà! Questo piatto è uno di quelli che, se cucinato con un certo anticipo, il sapore ne guadagna. E' esattamente una di quelle ricette che ci semplifica la vita quando il caldo estivo ci limita hai fornelli. Lo prepari alla sera, lo metti in frigo con tutto il suo sughetto e al momento di portarlo in tavola lo scaldi appena. Buonissimo anche tiepido. Lo svantaggio, come per tutte le pietanze con intingolo, è che ti viene voglia di intingerci un pane intero!

dosi per 4/6 persone

  • 1 coniglio a pezzi non troppo piccoli
  • 2 cipolle rosse
  • il cuore di un sedano bianco
  • una manciata di uva di corinto ammollata
  • un pugnetto di capperi sotto sale e dissalati
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna
  • poca farina
  • olio evo
  • 2 o 3 pomodori pelati
  • 1/2 bicchiere di aceto di vino bianco
  • qualche rametto di timo fresco
  • qualche oliva ( io non ne avevo e quindi ho omesso questo ingrediente )
  • poco brodo
  • sale qb


Lavate ripetutamente il coniglio in acqua corrente e aceto. Scolatelo ed asciugatelo con carta assorbente. Infarinate i pezzi. In una cocotte ( per queste cotture è l'ideale ) scaldate qualche cucchiaio di olio, soffriggete le cipolle tagliate sottilmente. Quando saranno diventate trasparenti, adagiate nel tegame i pezzi di coniglio, fate rosolare su tutti i lati a fiamma vivace ( attenzione a non far colorire la cipolla ) salate e bagnate con l'aceto. Lasciate evaporare e a questo punto aggiungete il sedano a tocchetti, i pelati, i capperi, le olive, il rametto di timo, l'uva passa e le olive se le avete. Regolate di sale. Coperchiate e lasciate che gli ingredienti si "conoscano". Rigirate la carne, cospargetela con lo zucchero e bagnatela con qualche mestolino di brodo. Lasciate cuocere lentamente per 45 min./ 1 ora facendo attenzione che non asciughi troppo. Se è un coniglio cresciuto all'aperto, sevirà almeno 1 ora e 30. Infilzate la carne per sentire se è cotta. Fate restringere bene il sugo e spegnete.

Nessun commento: