Crema di sedano con carattere!


Ho una passione per i potage, le minestre, i minestroni, le zuppe, le vellutate ecc... Ma non è stato sempre così! Da bambina le odiavo! La mia mamma, di estrazione contadina, aveva un repertorio culinario ricco di minestrine. A cena in special modo mi trovavo il bel piatto fumante in tavola, e io lo detestavo. 

I nostri gusti, con il passare degli anni come sappiamo cambiano. Una cosa che prima non ci piaceva affatto, all'improvviso soddisfa le nostre papille. Ad esempio trovavo disgustoso l'avvocato e ora mi piace da impazzire. Il fegato non riuscivo proprio a mangiarlo e ora mi piace.
Restano ancora dei gusti che, forse perché associati a momenti non piacevoli, non riesco proprio a condividere. Ad esempio il caffè d'orzo! Ma per fortuna il mio palato si è evoluto e credo che dobbiamo dare a certi alimenti una seconda o terza possibilità. Anche il gusto si educa!  
Questa ricetta me la sono annotata da un libro: "Le petit livre des soupes". E' una preparazione quasi banale, ma con qualche aggiunta e piccole varianti puoi essere introdotta anche in una cena elegante. Per me oggi è stato un modo per riscaldare una giornata fredda e piovosa.
Ingredienti per 4 persone:
200 g di sedano 
1 cipolla
70 g di gorgonzola piccante, o roquefort oppure stilton
30 g di burro
1 l di acqua o brodo vegetale (per me brodo vegetale) o latte
2 cucchiai di maizena
sale
pepe 
Per guarnire: 
1 manciata di nocciole tostate
30 g di gorgonzola piccante, o roquefort oppure stilton
qualche  crostino di pane tostato in forno
un filo di olio evo

Tritate la cipolla e fatela appassire in un tegame con il burro. Unite i gambi di sedano tagliati a tocchetti, e se volete un gusto più marcato aggiungete anche qualche foglia. Salate leggermente e lasciate andare un paio di minuti. Ora versate nel tegame il brodo vegetale. Nella ricetta originale è prevista l'acqua, ma secondo me sta bene il brodo oppure il latte. Lasciate sobbollire per circa 45 min. Unite il formaggio a tocchetti e frullate con il frullatore ad immersione.
Sciogliete la maizena con pochissima acqua e aggiungetela alla crema. In questo modo diventerà più vellutata. Per ottenere una consistenza simile, si potrebbero unire in cottura anche due patate, ma temo che la preparazione perderebbe personalità!
Tenete in caldo la crema e preparate i crostini, le nocciole tritate grossolanamente e il formaggio a tocchetti. Versate la vellutata in ciotole individuali, e aggiungete il formaggio, le nocciole, qualche crostino, un filo di olio evo e poco pepe macinato al momento. Servite subito in tavola. Buon appetito

Commenti

Daniela ha detto…
prendo un cucchiaio :)
Complimenti!
Milena ha detto…
Deve essere buonissima, brava Glo!

Post più popolari