lunedì, marzo 12

Un dolce alla cannella o...una dolce cannella?

Ho scoperto solo ora la petizione indetta da Graziella di TV e TV contro la decisione di Canny di chiudere il suo seguitissimo blog italiano e devo assolutamente partecipare con questo post.

Chi frequenta questo blog forse non conosce questo divertente foodblog e la sua leggendaria autrice, ma io ho imparato a conoscerla visitandola quotidianamente e lasciando a volte commenti ai quali ho sempre avuto risposte carine.

Quando sono entrata per curiosità in questo spettacolare mondo di foodblogger non ne capivo davvero niente e devo dire che lei è stata una delle poche che mi ha incoraggiata con i suoi commenti, i suoi inviti a partecipare a club ( ora come posto le ricette del club del wok ?) e meme vari sempre con quella "leggerezza" che contraddistingue chi scrive di questi argomenti con divertimento e senza prendersi troppo sul serio.

Quello che pubblichiamo un pò ci rappresenta e volenti o nolenti racconta un pò di noi. Io di Canny ho scoperto che è una "comare" (come lei si definisce da buona veneta) divertente, piena di iniziativa; una persona generosa e con un gran senso dell'umorismo, corretta e con un' attenzione verso gli altri davvero rara.

Come vedi, cara Canny, il tuo blog ti racconta, e tutte le persone che in questi giorni si sono mobilitate sono lo specchio di quanto sei entrata nei cuori di tutti noi. Anche se non ti conosco di persona mi sei simpatica e la tua cucina sprizza creatività.
Se resterai dell'idea di chiudere "la zuccheriera" rispetterò il tuo volere e continuerò a seguirti sulla versione spagnola...ma ti prego ripensaci!!!

5 commenti:

cannella ha detto...

Glò, da una donna solida come te non mi aspettavo di vederti trascinata in questa bolgia comaresca...

Devo dirti una cosa, pensavo di farlo in privato perché certi sentimenti ho sempre detto che, se sono veri, vanno manifestati con discrezione, ma questa volta lo faccio pubblicamente perché le riflessioni di questi giorni nei commenti che ho ricevuto mi spingono a farlo.

Ti cito sempre come esempio, e le comari possono confermarlo. Io mi tolgo il cappello davanti a chi, come te o la Graziella o la Cuochetta, oltre a lavorare in casa e fuori, a gestire una famiglia, dei figli una casa, riesce tutti i giorni a mettere in tavola il miracolo di un cibo fatto con amore e con quella maestria che viene da una solidissima esperienza e cultura. Le persone come te lasciano davvero il segno su questo mezzo di comunicazione e nei cuori di chi ti segue; tutto il resto, invece, viene rapidamente spazzato via.

Ti abbraccio forte!

Gloricetta ha detto...

Ma la bolgia comaresca, come tu l'hai definita, si è trasformata alla fine nell'ennesimo meme della Canny ...sei tu che trascini le masse!!! Scusa, scherzo , ma rimane sempre il fatto che adoro vedere quì la tua iconcina e siccome la stima è assolutamente ricambiata spero di vederla tante e tante volte. Con affetto, Glò

cuochetta ha detto...

mamma Glo'... lodi e lodi per il nuovo logo e la nuova fotina del profiloooo!!! ^__^

E un grazie a Canny per la citazione, lo scrivo anche qui: sei unicaaaaa! :o*

Gloricetta ha detto...

Ciao Cuochetta...anche tu mi chiami "mamma Glò"? Per i miei amici sono mamma Glò da quando avevo circa 16 anni. Pare che fossi protettiva anche in tenera età e sopratutto con quelli più scapestrati. Grazie per i complimenti...dopo un anno di blog era ora di cambiare qualche cosina! Glò

campo di fragole ha detto...

Gloricetta che belle parole hai dedicato a Canny, mi hanno commossa. Io non ne so niente di tutta questa strana faccenda...adesso faro' un salto nella zuccheriera per capirci qualcosa in piu'. M acome e' possibile che qualcuno che voglia esprimersi in maniera bella e naturale si senta costretto a farne a meno? Ma in che mondo viviamo...
Un forte abbraccio
Daniela