mercoledì, maggio 23

spiedini di polpettine e piccole provole


Non sono tra i fortunati, ma chi avesse la possibilità di un barbecue e una bella veranda credo sia giunta l'ora di invitare un pò di amici e di preparare una bella cena con spiedini, carne alla griglia, verdure e tutto quanto di buono si può mettere a cuocere sulle braci. Prima del mio ultimo trasloco ho abitato una casa con ampi spazi all'aperto e le estati erano un susseguirsi di questi piacevoli momenti. Gli uomini (intesi come sesso maschile) in generale (anche chi non ama cucinare) hanno una particolare predisposizione per le preparazioni sulla griglia. Sarà l'attività di fuciniere o il richiamo primordiale della carne che sfrigola sul fuoco...insomma l'attrazione è fatale, quasi un rito. Mi manca molto uno spazio dove, durante la bella stagione, si possa preparare una bella tavola imbandita, ma l' attuale dimora è quanto di più comodo esista per far fronte alle esigenze logisteche di tutta la famiglia. Il barbecue dovrà attendere e per ora preparo questi spiedini per metà cotti al forno.

Preparate delle polpettine con carne macinata, cipollina tritata, sale, formaggio grana grattugiato, mollica ammollata nel latte, prezzemolo tritato, uovo. Ungetevi le mani con l'olio e create delle piccole polpettine, quindi passatele leggermente nella farina.
Allineatele sulla carta da forno e depositatele nella teglia. Lasciate cuocere in forno a 180°. Quando saranno dorate in superficie voltatele e lasciate rosolare anche l'altro lato.

Preparate gli spiedini infilando polpettine, piccole scamorze ed eventualmente verdure tipo pomodorini, troncheti di zucchina o cappelle di champignon. Scaldate la piasta
o meglio ancora il barbecue e lasciateli ancora qualche minuto fino a quando la scamorza inizierà a fondersi.


Per accompagnare gli spiedini ho preparato una tapenade frullando:

  • olive nere denocciolate 200 g
  • aglio 1 spicchio
  • acciughe sott'olio 2 filetti
  • capperi dissalati 1 cucchiaio
  • olio evo un cucchiaio


e un fresco tzatziki preparato con

  • cetriolo grattugiato e una metà
  • yogurt casalingo 250 g
  • aglio uno spicchio
  • aceto un cucchiaio
  • poco sale
  • olio evo 4 cucchiai
  • aneto se piace

Grattugiate il cetriolo, salatelo e lasciatelo in colo per una mezz'ora. Strizzatelo perchè emetta tutta l'acqua di vegetazione e unitelo allo yogurt (che deve essere bello denso). Spremete lo spicchio d'aglio e unitelo alla preparazione insieme all'aceto, poco sale e l'olio. Mescolate per emulsionare bene la salsa e servite

6 commenti:

flat eric ha detto...

Bella idea le polpette al forno. mi piacciono.

nini ha detto...

che belli i tuoi spiedini!!

Francesca ha detto...

uhmmm mi piacciono i tuoi spiedini con queste 2 creme! Ma nella foto quelle che tu chiami scamorze mi sembrano ovoline, sbaglio? Ottima ottima idea.

anna ha detto...

Anche a me manca molto non avere un giardino o un terazzo...in una città avere uno spazio verde tutto suo è essenziale...ma accontentiamoci di quello che abbiamo.
Queste polpette sono buonissime!
Baci

Gloricetta ha detto...

Ciao Flat Eric, le polpette cotte al forno sono anche meno pesanti alla digestione.

Ciao Nini, grazie...sei sempre carina.

Ciao Francesca, non so cosa intendi per ovoline...forse mozzarelline?
Quelle che vedi sono proprio delle scamorze formato mini...certamente più adatte ad essere grigliate.

Ciao Anna,nonostante io abbia a disposizione due piccoli balconi che si affacciano su bellissimi orti (non di mia proprietà) e campi coltivati (ora è frumento) mi manca molto lo spazio esterno per quelle belle riunioni conviviali estive.
Mi piace pensare alla mia casa come un luogo adatto alle esigenze del momento. Sarà per questo che ho già traslocato 5 o 6 volte?

Gourmet ha detto...

Concordo sul fatto i signori uomini siano dei maghi della griglia!! :o)
Rob, per esempio, è l'addetto alla grigliata a casa di Lilli & Michele .. sopratutto adesso che fa calduccio!! ;-)
E domenica che siamo di griglia proporro la tua tapenade!!
bacetti e buon week!