martedì, settembre 25

Crostata nettarine e fichi

Con la frutta estiva ormai siamo agli sgoccioli e anche i fichi iniziano a scarseggiare ma è troppo forte il desiderio di prolungare la bella stagione con una crostata che profuma di sole. Questo bellissimo stampo da crostata è stato uno dei miei acquisti fatti durante le vacanze. Mi piace davvero tanto e poi ha una forma perfetta per un vassoietto di porcellana rettangolare che amo moltissimo. Lo vedete qui sotto.



La mia pasta frolla è stata più volte pubblicata su questo blog ma per comodità ve la riporto qui sotto.

  • farina 00 500 g
  • burro 250 g
  • zucchero 200 g
  • tuorli d'uovo 4
  • pizzico di sale
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • buccia di limone gratuggiato oppure essenza di vaniglia
  • fichi sbucciati bianchi e rossi una decina
  • pesche noci nettarine 2
  • marmellata di pesche 2 cucchiai
Preparate la pasta frolla mescolando bene in una ciotola lo zucchero e i tuorli. Unite la farina, il lievito, il burro a pezzettini, un pizzico di sale e la buccia di limone.
Impastate velocemente, formate una palla e mettetela in frigo avvolta nella pellicola per almeno 1 o 2 ore.
Prendete l'impasto, stendetelo con il mattarello e rivestite lo stampo. Sul fondo spalmate un leggero strato di marmellata e allineate i fichi spellati e divisi a metà e le nettarine a fettine. Nel frattempo avrete portato il forno a 180°. Infornate per 40/45 min. oppure fino che le pasta ha preso un bel colore dorato. Il profumo è splendido.

Lasciate raffreddare e sformate sul vostro vassoietto. La forma rettangolare ha il pregio di rendere più elegante la presentazione e il servizio più agevole. Le dosi per l'impasto che ho pubblicato sono per una crostata rotonda con diametro 28/30 cm. quindi molto probabilmente avanzere della frolla, ma potrete ricavarne dei biscottini deliziosi.

14 commenti:

SCRAPUCINA ha detto...

Carissima! Che favolosa crostata! Da leccarsi i baffi!!!
Ti ho invitata a partecipare al meme "8 cose di me"! (vedi mio blog)
bye bye
Francesca

Francy ha detto...

Ciao Glo,
la crostata è splendida e anche la forma dello stampo!!
Fichi e pesche sono un abbinamento strepitoso!!
Cosa dici se al posto della marmellata metto un leggero strato di crema?
Ciao
Francy

Gloricetta ha detto...

Ciao Francesca,grazie dell'invito al meme...vedrò cosa posso fare.

Ciao Francy, la crema è l'ideale quando decori la base con frutta fresca. In questo caso la frutta viene cotta insieme alla base e mi sembrava meglio la marmellata...ma nulla ti vieta di fare una prova.

Glò

elisa ha detto...

Glò..che bello questo stampo,così mangi rettangoli e non spicchi di crostata..più agevole, vero!
1 domanda: come fai a far venire la frutta così bella nonostante la cottura in forno?Sembra cruda e succosa.
baci

giu&cat ha detto...

Ciao Gloricetta, ti abbiamo invitato a partecipare ad un nuovo meme!!!

Marika ha detto...

Non ho parole, che meraviglia!
Ieri avevo del tempo (strano) e ho preparato le briochine con la tua ricetta!
Sono venute bene! Ma le ho modificate, lo so, sono una peste!
MArika

Cuocapercaso ha detto...

Semplicemente bellissima, complimenti!
Grazia

chiara ha detto...

Squisita!!

daniela ha detto...

evvivaaa
altri fichi!!

Cipolla ha detto...

Davvero golosa questa crostata!
Complimenti!!

daniela ha detto...

glo scusa,

riguardo alle briochine che uso al posto della manitoba?

qui non esiste…

baci frettolosi

Sandra ha detto...

Questa mamma è un portento!! Potrebbe essere il tuo slogan, cara Glò!
Vedo ache anche tu trovi ancora le prugne...le adoro e nelle torte per me sono il massimo... questa qui è davvero super golosa.
Brava!
Iltoccodizenzero

Gloricetta ha detto...

Ciao Elisa,la frutta cuoce leggermente ma non si disfa. Regolare per bene la temperatura del forno.

Ciao Giu e Cat, ora lo fò...sono un pò presa dal lavoro in questi giorni...ma vedo che questo meme ha invaso la blogosfera e non posso esimermi.

Ciao Marika, devi mandarmi la variante così provo anche la tua versione.

Grazie, grazie Coucapercaso.

Ciao Chiara, me ne hai forse rubato una fetta senza che me ne accorgessi?

Ciao Daniela, ora però basta fichi!! La manitoba per le briochine non so proprio come altro chiamarla. Ne ho trovato una descrizione così: farina ottenuta esclusivamente da una miscela di grani nordamericani ed australiani (si chiama anche farina americana).
E' una farina che abbina una notevole forza e tenacita' (W>420) e una lunga tenuta e ad una buona elasticita' e lavorabilita' dell'impasto (P/L=0,6).Avevo trovato anche una tabella comparativa tempo fa. Se la ripesco ti mando una mail.

Ciao Cipolla, dovresti provarla. La frolla, modestia a parte, è davvero notevole.

Ciao Sandra, noooo proprio non sono una da slogan!!Ma cara Sandra le nettarine sono pesche noci!!Ma se trovo ancora le prugne magari la provo così.Baci

Glò

sandra ha detto...

Upssssssssss.... al mercato qui da noi ci sono delle prugne che il contadino mi ha definito nettarine!!!! E mi pareva un pò stranooooooo! ;-DD eh eh eh... beh che c'è di male ho sbagliota la definition!!! ihihihihih
p.s. grazie per il meme... mi avevano coinvolto.. e appena ho un pò di tempo farò i compiti!
bacioni
p.s. today confettura con susine,se ti interessa!
untoccodizenzero