domenica, febbraio 7

Anatra al marsala con sedano rapa

Che dire di queste mie lunghe assenze. Certo sono giustificatissime...in meno di un anno sono cambiate tante di quelle cose che mi sembra di vivere un'altra vita. Meno giustificata è quello schifo di foto che compare qui sotto. Mi manca il blog, mi manca interagire con tutti i food blogger (ma quanti siamo diventati!) della rete...ma soprattutto mi manca il tempo per cucinare come piace a me!

Non che ne avessi mai avuto tanto, di tempo da dedicare alla buona tavola, ma avevo cento buone ragioni per mettere nel piatto dei miei commensali gustose ricette cucinate con amore.

Questi sono i punti chiave del mio "abbandono":

  1. un lavoro più impegnativo...ma anche molto gratificante
  2. un figlio maschio a Shanghai per un anno (per studio)
  3. una figlia femmina che ha deciso che era ora di condividere casa, gioie e fornelli con il suo "moroso"
  4. una repentina riduzione del numero dei commensali che, facendo due conti, si è ridotto a 2...se contiamo anche la sottoscritta.
Ok, ora datemi almeno 4 buone ragioni per passare tutto quel tempo ai fornelli a sperimentare, pasticciare, produrre piatti succulenti senza che alcun commensale ne possa godere manifestandolo con un mmmh!

Va bene, nella lista dei pro, ne metto uno io:

  1. la cucina è la mia passione, la mia valvola di sfogo, la mia gioia

si accettano altri suggerimenti...per ora beccatevi questo anatroccolo buono buono. E se anche la foto non è gran chè, il risultato al palato è ottimo.




  • un anatra non troppo grande pulita e fiammeggiata
  • olio evo
  • una noce di burro
  • sale e pepe qb
  • 1/2 sedano rapa
  • un arancia non trattata
  • 5 o 6 scalogni
  • 1 bicchierino di Marsala secco
  • 2 cucchiai di miele
  • aceto balsamico tradizionale di Modena
Salate e pepate internamente ed esternamente l'anatra. Lavate l'arancia, incidetela come per dividerla in quattro ma senza separarala. Inseritela nell'anatra che poi legherete con spago da cucina. Mettete il volatile in casseruola che possa andare in forno e aggiungete l'olio e poco burro. Fatela rosolare bene sul fornello a fuoco vivace, bagnate con il marsala e fate evaporare, unite gli scalogni divisi a spicchi, il sedano rapa pelato e tagliato a dadi, e un paio di cucchiai di miele. Coperchiate e mettete in forno caldo a 200° per circa 1 ora e 30 min. A cottura ultimata, estraete l'anatra e porzionatela. Se necessario, fate restringere il fondo di cottura e aggiungete poco aceto balsamico tradizionale di Modena. Regolate di sale. Servite, la vostra anatra, caldissima e contornata di sedano rapa e scalogno.

14 commenti:

Alex ha detto...

Innanzitutto bentornata! Credo che quell'unica buona ragione che hai elencato basti ed avanzi. Io cucino quasi sempre e solo per me e il mmmmmh lo manifesto da sola :-)) Basta regolarsi con le porzioni :-)
Compro solo un petto d'anatra e mi cimento :-)
Ciao

P.S. Io ho fatto un piccolo trasloco, ma sono sempre la stessa Alex

Gloricetta ha detto...

Ciao Alex cara, hai ragione... non devo cedere al lassismo in cucina. E' sempre una gioia anche sentire che c'è qualche blogger amico che mi legge e mi commenta. Sulle porzioni, beh...devo rivederle un poco ma il petto è decisamente ottimo per questa ricetta.

Faccio un salto a vedere dove hai traslocato.

Glò

sofia f ha detto...

si ma se siete in 2 quqlcuno a commentare c'è!!!
e poi i figli ogni tanto a cena tornano!
susususuussuus!
s.

Anonimo ha detto...

Gloria che trasformazioni nella tua vita!!Fantastico, sono contentissima per il tuo lavoro, mi avevi accennato già qualcosa, ricordi? E i figli? Fantastico che facciano nuove esperienze, al loro ritorno troveranno sempre molto calore e tavole straordinarie!
E' una seconda giovinezza quella che stai vivendo, ancora più ricca di consapevolezze e piena di scoperte e sperimentazioni.
E poi, se proprio ti mancano le boccucce per metterti alla prova, faremo un sacrificio e metteremo a disposizione le nostre!
Bologna ti aspetta sempre, questa è la stagione migliore per passeggiarci!
A presto
:-)
Roberta

Gloricetta ha detto...

Grazie Sofia per questo pat pat sulla spalla!

Ciao carissima Roberta, i tuoi commenti sono sempre pieni d'affetto.
Grazie. Bologna è una città straordinaria e con la mia dolce metà penso che faremo un giretto turistico presto. Teniamoci in contatto!

Glò

RicetteRina ha detto...

tra le mie preferite. l'anatra ha la carne saporita quasi come quella rossa, ottimo.

Cinzia ha detto...

In due non si è poi così pochi!!! Poi si può sempre invitare amici a cena...con i piattini che fai ci sarà la fila di quelli che aspettano un invito!!! Che buona la tua anatra...ciao

Gloricetta ha detto...

Ciao RiceRina, benvenuta da queste parti...l'anatra ha una carne squisita!

Ciao Cinzia...di Piacenza? Ma sei Cinzia del Piacenza 4°? Ti mando una mail, mi sà che ci conosciamo!

Glò

Scribacchini ha detto...

Piace, uh se piace! Tu però non dirlo all'amica Patt che mangio le anatre...
Un abbraccio. Kat

Anonimo ha detto...

Scusa eh.. il tuo blog è bellissimo ma per leggerlo ci vuole la lente d'ingrandimento!!!

sara b ha detto...

beh, io cucino quasi sempre per 1 o 2 persone... devi un po' abituarti alla nuova dimensione :-) torna glo!

Arance ha detto...

Ottimo usare le arance rosse di Sicilia nelle qualità tarocco, moro o sanguinello

Gianpietro ha detto...

Mi piacerebbe conoscere alcuni particolare sul blender che utilizzi di solito per preparare questo piatto, sto leggendo delle recensioni su testfreaks per comprare un nuovo frullatore, ma il parere di un esperto sarebbe certamente migliore!

prestiti inps ha detto...

Buonissima questa ricetta, cucino poco l’anatra perché mi sembra sempre troppo grasso in generale e faccio fatica a digerirlo ma questo week end ho una cena con amici a casa e vorrei fare un’eccezione, penso proprio che seguirò la tua ricetta. Non mi sembra difficile e si vede buonissima, grazie mille.
Sara M.