mercoledì, febbraio 9

Fagottini di pollo, carciofi e pomodorini


Opplà!! Eccomi quà| Come niente fosse successo rieccomi con una nuova ricettina. Ma non stò a tediarvi con le mie vicessitudini lavorative e non...e soprattutto non prometto niente di niente. Prendetemi così, con i miei alti e bassi, con le mie ricette senza pretese e con un pizzico di benevolenza.


Questo piatto serale mi sembra adatto ai primi carciofi decenti che occhieggiano dal verduraio. La ricetta mi è stata suggerita dalla "Cucina Italiana" di questo mese, ma il pollo che io ho utilizzato in origine era rana pescatrice. Vedete voi se utilizzare carne o pesce. A me sembra che l'abbinamento possa funzionare in entrambe i casi.

dosi per 4 persone:

  • 4 carciofi
  • 10 pomodorini
  • 10 olive taggiasche
  • 2 spicchi d'aglio vestiti
  • olio evo
  • una manciata di prezzemolo tritato
  • 1/2 bicchiere di vino bianco secco
  • 1/2 tazza di brodo
  • 8 sovracoscie di pollo disossaste
  • qualche cucchiaio di grana gratuggiato
  • qualche fettina di prosciutto cotto
  • qualche rametto di rosmarino
  • sale
  • pepe

Battete la carne per spianarla bene, salate pepate e cospargente di grana. Ponete una fettina di prosciutto su ogni sovracoscia e legate a fagottino con dello spago da cucina. Infilate un rametto di rosmarino in ogni fagottino. Pulite i carciofi eliminando le foglie esterne e dure, tagliate le punte e dividete ogni carciofo in 8 spicchi.

Mettete i carciofi a mano a mano, perchè non anneriscano, in acqua acidulata con il succo di 1/2 limone.
Mettete in un tegame abbastanza capiente l'olio, fate rosolare a fuoco vivo i fagottini da entrambi i lati. Bagnate con il vino e lasciate evaporare. Togliete la carne dal tegame e, all'intingolo che si sarà formato, unite i carciofi scolati, gli spicchi d'aglio leggermente schiacciati, i pomodorini divisi in quattro e le olive.

Salate e lasciate stufare qualche minuto. Unite di nuovo la carne, bagnate con mezzo bicchiere di brodo, coperchiate e lasciate cuocere lentamente per circa 25/30 min. A cottura ultimata, lasciate restringere il sughetto, spolverate di prezzemolo tritato, regolate di sale, pepe e servite.