giovedì, luglio 25

Risotto zucca, piselli e gamberi


Nonostante sia a stretto regime alimentare, la voglia di cucinare non passa! Brutta malattia la mia...anzi no, ma fatto sta che per chi come me sente l'irrefrenabile desiderio di mettersi ai fornelli nonostante la calura estiva, è sempre difficile conciliare buona tavola e benessere. 

Ora, dato che il mantenimento della buona salute ce lo impone, eccomi con qualche ricetta light che man mano sperimenterò e delle quali vorrei lasciare traccia per averne memoria futura. Non certo piatti di alta cucina e nemmeno troppo elaborati, ma certamente bilanciati, sani e gustosi.


Quando si è a dieta, la creatività in cucina è messa duramente alla prova ed è facile cadere nella spirale del petto di pollo alla griglia e insalata scondita. Prometto, non mi lascerò intimidire dalla quasi nulla possibilità di utilizzare i condimenti o alimenti "proibiti".  Le sfide sono il mio forte, il superamento dei miei limiti, la linfa vitale che rende interessante il quotidiano.

Questo piatto riassume i diktat della cena di ieri: riso/orzo/farro o altri cereali  50 g. con verdure di stagione (porzione libera) saltate in padella con 1 cucchiaio di olio evo spezie e odori a piacere + 1oo g di gamberi.

Ed ecco la mia interpretazione per 2 persone, mio marito può permettersi una doppia razione; lui non ha bisogno di dimagrire...LUI!

Ingredienti per 2 persone

  • 1 pezzo di zucca gialla decorticata e pulita dai semi
  • 2 pugnetti di piselli surgelati
  • 1 scalogno
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 1/2 bicchiere di vino bianco 
  • 200 g di gamberi sgusciati 
  • 150 g di riso Roma
  • brodo di pesce o vegetale 
  • 1 rametto di rosmarino 
  • sale e pepe qb


In un ampio tegame mettete l'olio e a freddo lo scalogno affettato finemente, fate appassire a fuoco dolce e quindi aggiungete la zucca tagliata a dadini  e i piselli. Salate e coperchiate. Lasciate cuocere a fuoco dolce qualche minuto. Se occorre, aggiungete qualche cucchiaio di brodo. 

Aggiungete i gamberi e lasciateli colorire leggermente alzando un pò la fiamma. Unite ora il riso, e dopo averlo fatto tostare, sfumate con il vino bianco. Regolate di sale e iniziate ad aggiungere il brodo bollente poco a poco.

A cottura ultimata, cospargere con un trito finissimo di rosmarino e una macinatina di pepe nero. Impiattate e vi accorgerete che i 50 g di riso, (lessato e bon è una porzione ridicola) si è trasformato in un bel piatto, ricco e gustoso. 

Ovviamente con queste, dosi si possono preparare 2 porzioni bilanciate ed equamente divise. Nel mio caso, la spartizione è stata di 1/3 per la sottoscritta e 2/3 per il fortunatissimo consorte.

Un frutto di stagione a chiudere il pasto.




1 commento:

ristorante torino ha detto...

sembra delizioso.Grazie per questa ricetta
http://restaau.it/Search/City/ristorante-torino.html