Baccalà al latte profumatissimo


E doveroso raccontare un antefatto! Mi sono ritrovata con una considerevole scorta di baccalà già ammollato! Lo avevo preparato per uno show cooking che avrei dovuto tenere ad Expo, ma una volta arrivata a destinazione mi sono ricordata che era rimasto a Piacenza nel mio congelatore.

Ho salvato in corner la preparazione di quel giorno, cambiando in corsa il menù, ma con tutto quel buonissimo baccalà ho dovuto trovare giocoforza alternative gastronomiche per non ricadere nel classico polenta e merluzzo alla piacentina (QUI).

In questa ricetta ho trovato un'alternativa molto interessante! Ci è molto piaciuto e si accompagna ottimamente con la polenta; magari preparata con una farina di mais un pò rustica e macinata a pietra.

ingredienti per 4 persone

  • 700 g di baccalà ammollato 
  • 1 tazza di farina di mandorle
  • 1 tazza di pane grattugiato
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 50 g di pecorino/caprino semistagionato
  • 1 spicchio di aglio 
  • rametti di timo e rosmarino
  • pepe bianco in grani
  • 2 bicchieri circa di latte


Lasciate in ammollo in abbondante acqua per almeno 24/36 ore il baccalà e cambiate spesso l'acqua per dissalare bene le carni. Asciugatelo e tagliatelo a pezzi. Mescolate in una ciotola la farina di mandorle e il pane grattugiato. Sul fondo di una pirofila mettere un paio di cucchiai di olio.

Passate nella panatura i pezzi di baccalà facendola aderire bene. Adagiatelo nella pirofila con la pelle sul fondo. Frantumate qualche grano di pepe e distribuitelo sopra il baccalà. Quindi cospargete di pecorino o caprino grattugiato (attenzione che non siano troppo saporiti) tutta la superficie. Schiacciate uno spicchio d'aglio in camicia e posatelo sopra la preparazione insieme a qualche rametto di timo e rosmarino freschi.

Ora versate il latte cercando di non bagnare la superficie e fino a raggiungere circa a metà altezza il baccalà. Non occorre salare perchè le carni restano sempre un pò saporite.
Infornate a 200° per circa 30 min. Il latte si rapprenderà in un sughetto goloso e si formerà una bella crosticina dorata. L'aglio e le erbe aromatiche rendono davvero profumata questa preparazione. 

Per rendere il piatto meno "casalingo" potete provare ad accompagnarlo con dell'ottimo riso basmati cotto a vapore. Buon Appetito.





Commenti

Post più popolari