lunedì, febbraio 23

Quiche Loraine


Ci sono preparazioni che faccio a occhi chiusi da almeno 25 anni e questa è una di quelle! Ero stra-convinta di averne postato la ricetta da tempo, ma evidentemente non è così! Oppure il blog se l'é mangiata (non lo escluderei) o proprio non mi è mai passato per la  mente.

Sabato volevo prepararla per un buffet e ne cercavo traccia qui. Alla fine ho dovuto recuperare una vecchissima dispensa che gira da un sacco di tempo per casa, unta e bigiunta tanto è stata letta, manipolata, paciugata e strapazzata in cucina.

Questa ricetta mi è stata passata da un amica che moltissimi anni fa, quando ancora era cosa rara, aveva seguito un corso di cucina. Bene eccovi la ricetta! Collaudatissima e davvero buona. La potete coniugare con infinite varianti e combinazioni. La base della brisè sara la vostra ancora di salvezza per qualsiasi torta salata.

Ingredienti:
(per una tortiera diametro 28 cm, oppure per uno stampo rettangolare come quello della foto  + 5 tartellete diametro 8 cm)

Pasta brisè


  • 300 g di farina 00
  • 150 g di burro freddo
  • 1 uovo
  • 3 bei pizzichi di sale
  • un paio di cucchiai di vino bianco secco o acqua fredda

Per il ripieno


  • 400 g di pancetta affumicata ( o verdure a piacere )
  • 2 uova intere
  • un pizzico di sale
  • 1/4 di panna fresca 
  • 100 g di grana grattugiato
  • noce moscata secondo il gusto

Mettete la farina e il burro a pezzetti in una ciotola, iniziate ad incorporare la farina al burro fino a trasformare il composto in una sorta di impasto bricioloso. Aggiungete l'uovo e il vino. Impastate brevemente e fino a che si formi una palla compatta. Attenzione a non manipolare troppo. Ovviamente questa operazione potete eseguirla ancora più facilmente con un'impastatrice, ma vi assicuro che anche a mano, è velocissima.  Appiattite un po' l'impasto, avvolgetelo nella pellicola alimentare e mettete in frigo per almeno un'ora. Trascorso questo tempo, potete stendere con un matterello la sfoglia che rivestirà il vostro stampo. Vi consiglio uno stampo di quelli con il fondo rimovibile, per non dover ribaltare la torta una volta cotta. Mi raccomando, la sfoglia deve rivestire in un solo pezzo tutta la tortiera; se aggiungeste bordi o altro come parti separate, al momento della cottura non si salderebbero e rischiereste che la torta si rompa o non trattenga il ripieno. 

Cuocete in bianco per circa 25 min. Nel forno a 180°. 

Nel frattempo preparate il ripieno. Fate rosolare in padella e senza alcun condimento, la pancetta tagliata a dadini. In una ciotola, mettete il resto degli ingredienti e batteteli bene fino a trasformarli in una crema. Togliete la base dal forno, distribuite la pancetta (o le verdure scelte) in modo uniforme sul fondo. Versate il composto con panna, formaggio e uova su tutto. Livellate e infornate per altri 20 min. circa. Regolatevi secondo il vostro forno. Quando vedrete la superficie un po colorita, e senza dubbio pronta. Lasciate raffreddare e togliete dallo stampo.

Vi posso suggerire altre varianti che possono essere scontate, ma sono altrettanto buone. La mia preferita è con i porri, ma anche zucchine passate prima in padella con poca cipolla, oppure con salmone affumicato. Qui ne trovate un'altra con gli asparagi. Aspetto da voi altre combinazioni golose. Buon Appetito.



5 commenti:

Massimiliano Fattorini ha detto...

che buono che è!!! è una vita che dico che devo prepararla ma non mi son mai cimentato.
Non mi resta quindi che provare la tua ricetta!! Grazie !!!!

Alessandra ha detto...

Ciao, che bel blog, mi piacciono anche le frappe del post precedente… accidenti quest'anno non sono riuscita a farle!

Ciao
Alessandra

Gloricetta ha detto...

Ciao @Massimiliano, è talmente facile da realizzare che non potrai mai più farne a meno.

Ciao @Alessandra, ricordati di provare le mie "sprelle" al prossimo Carnevale. Grazie per i complimenti. Ora vengo dalle tue parti a vedere cosa combini.

graziella ha detto...

Bellissima! E deve essere pure tanto buona!
Ben ritrovata!

Gloricetta ha detto...

Grazie @graziella! Era ora che riprendessimo a scrivere sui nostri blog...anche se vecchiotti! A presto cara!