lunedì, ottobre 23

Supreme di pollo alle erbe

Il petto di pollo, per quanto i nutrizionisti decantino le proprietà delle carni cosiddette "bianche", in casa mia viene guardato con sospetto. Ogni volta che lo propongo devo fare uno sforzo di fantasia culinaria e renderlo accattivante. Se lo guardate bene, vedrete che il petto di pollo non si nota quasi, è scomparso sotto una una coltre che definirei formaggiosa.
E' stato poi reso più elegante da dei bei porcini freschi che accompagnano e impreziosiscono questa preparazione semplice, ma di sicuro interesse... per chi ama il petto di pollo.

per 4 persone

  • petti pollo 2
  • gruviere a fettine (una per ogni supreme)
  • porcini freschi 4
  • prezzemolo un pugnetto tritato
  • aglio 2 spicchi vestiti
  • mollica di pane del giorno prima 1 scodella
  • timo
  • maggiorana
  • rosmarino
  • salvia
  • olio evo
  • burro una noce
  • sale

Sfilettate i petti di pollo e batteteli leggermente. Passate al mixer la mollica di pane e le erbe;
timo, maggiorana, rosmarino e salvia.
Passate le fettine nel pane aromatico pressando bene perchè aderisca alla carne. Oliate una teglia da forno e disponetevi le supreme in un solo strato. Salate e versate sopra
un filo d'olio. Infornate a 180° per 15 minuti. Nel frattempo, pulite i porcini e affettateli sottilmente, mettete in un ampio tegame poco olio, una noce di burro e l'aglio leggermente schiacciato, tuffatevi i porcini e saltate a fuoco vivo qualche minuto, salate e cospargete con prezzemolo tritato. Spegnete e tenete in caldo. Quando vedrete le supreme di pollo con una crosticina dorata appoggiate su ognuna una fettina di formaggio, lasciate ancora qualche minuto in forno perchè possa fondere e servite con i porcini saltati. La cottura in forno e la panatura senza uovo, lo rendono un piatto leggero. Per alleggerirlo ulteriormente potrete evitate di aggiungere il formaggio.

13 commenti:

Anonimo ha detto...

Mmm... che profumo... solo dal titolo mi sembra gutosissimo, come vorrei averlo oggi per pranzo.
Ciao.

LaCuocaRossa ha detto...

bene...tutto il colesterolo che non c'è nel petto di pollo ce lo rimettiamo dentro con il formnaggio!!! :-P
che viziosa la tua famiglia!

Gloricetta ha detto...

Ciao Orchidea, te lo mando per fax...arriverà un pò stirato ma vabbè!!!

Ciao Cuoca Rossa, la mia famiglia (ovviamente esclusa la sottoscritta) è di quella razza luuuuunga, maaaaagra e con un metabolismo da cavallo da corsa.

Glò

Gourmet ha detto...

Suprema arte culinaria!!! ;-)
Mamma mia Glò, lo rifarò, togliendo il formaggio!
bono!
baci!

daniela ha detto...

ecco allora quello che scarta Sandra lo prendo io…

Gourmet ha detto...

;-) allora dovrai rivelarci il tuo indirizzo, cara glò!!
buona giornata a tutte

alemu ha detto...

che sballo!!! mio marito non è di quelli che snobbano il petto di pollo (lo mangia in qualunque salsa, magari non bollito, ecco) ma la fettina triste sì!! è un anti-carne rossa per eccellenza. se cotta in modo anonimo e affrettato. e questo piatto magari lo posso rivedere proprio per evitare la smorfietta da-bistecca-infarinata!!

Gloricetta ha detto...

Ciao care Daniela e Gourmet, non litigate mi raccomando;vediamo se riesco a mettervi daccordo... a Sandra la fettina e a Daniela il formaggio...i porcinetti li spartiamo a metà.
Per quanto riguarda il mio indirizzo...è meglio rimanga sconosciuto per il momento, nel caso che qualche mia ricetta avveleni qualcuno non voglio essere rintracciabile.

Ciao Alemu, il tuo entusiasmo per una fettina di pollo mi fa pensare che forse non tutti gli uomini sono dei divoratori di carni rosse (retaggio dell'uomo cacciatore)come pensavo.

Glò

max ha detto...

sfizziosa idea, porprio stasera dovrei cucinare del petto di pollo, ho anche dei fuinghi che avevo surgelato... non ho pero' il gruviera ma della fontina, andra' bene lo stesso?

anche4 io comunque spesso devo "arrichire" il gusto della fesa di tachcino se no la fra non me lo mangia..., di solito uso il curry e il cocco.

max
http://lapiccolacasa.blogspot.com

Gloricetta ha detto...

Ciao Max, per la fontina (mooolto buona) direi che è ok. La fesa di tacchino, a casa mia, rimane decisamente fuori dalla porta e non mi è permesso nemmeno nasconderla in intigoli, polpette o altro.

Glò

max ha detto...

come mai? povero tacchino, fa piu' bene del pollo e, da buon genovese. costa meno!

max
http://lapiccolacasa.blogspot.com

Gloricetta ha detto...

Ciao Max,sulla disquisizione tacchino SI, tacchino NO... diciamo che la questione principale è che, secondo i miei commensali, non sà di niente. E poi, a casa mia, gira una leggenda metropolitana di tacchini "pompati" ad estrogeni che provocavano mutazioni genetiche.Io sono convinta che sia una favoletta per camuffare il fatto che non piace proprio.
Se vuoi la riprova di quanto detto, trovi una mia ricetta con il tacchino qui: http://gloricetta.blogspot.com/2006/05/la-degna-fine-del-tacchino.html#links

Saffron ha detto...

Credo che questa ricetta diventerà una dellemie favorite! anch'io faccio degli sforzi enormi per mangiare i petti di pollo!